Home Sistemi Chiusura Ed Oscuranti

Sistemi di chiusura ed oscuranti

Con l’espressione elementi di chiusura ed oscuranti si intendono tutti quegli “accessori” che solitamente vengono accoppiati a serramenti ed infissi trasparenti per garantirci la possibilità da un lato di poter oscurare le vetrate quando necessario e dall’altro di poter chiudere.

Sistemi di chiusura per infissi

Quando si parla di serramenti ed infissi ci si può riferire a diverse tipologie di elementi, che si distinguono le une dagli altre non solo per le dimensioni che le caratterizzano (e che possono davvero essere le più svariate), ma anche che per il fatto che si può trattare di elementi da installare in tutto e per tutto all’interno dei locali d’abitazione, piuttosto che di elementi di chiusura che delimitano una porzione di spazio abitativo dall’ambiente esterno.In questi casi poi bisogna distinguere poi tra porte o portoncini di primo ingresso e tra finestre e portefinestre; e dunque tra elementi per lo più opachi (anche se talvolta è possibile trovare anche in questi casi elementi in tutto o in parte vetrati che però dovranno rispondere a requisiti particolari per garantire un elevata sicurezza) ed altri che invece sono quasi completamente trasparenti. In tutti i casi, che si tratti di una finestra piuttosto che di una portafinestra oppure di un portoncino di primo ingresso, ogni elemento di questo tipo ha una duplice funzione: da un lato delinea un confine e divide, mentre dall’altro, al contempo, mette in comunicazione ed unisce due spazi, che possono essere due locali o anche due ambienti (come quello interno e quello esterno, sia esso rappresentato da un giardino, piuttosto che da un balcone o una terrazza) funzionalmente distinti.

PersianaPersiana

Per il proseguo della nostra trattazione innanzitutto dunque dovremo distinguere tra elementi opachi (quali possono essere le porte) ed elementi trasparenti (tipicamente finestre e portefinestre), solitamente vetrati, che al contrario dei precedenti vengono appositamente progettati in modo tale da garantire non solo la comunicazione fisica tra esterno ed interno, ma anche la vista attraverso gli stessi e dunque il godimento del paesaggio ed ancor più importante l’ingresso di aria nuova e fresca, che garantisca un ricambio d’aria consono negli ambienti abitati e di luce solare, che permetta di avere anche internamente un’illuminazione il più naturale e congeniale possibile.

Va precisato poi che con l’espressione elementi di chiusura ed oscuranti si intende solitamente far riferimento a tutti quegli “accessori” che non necessariamente devono essere presenti (dunque in alcuni casi possono tranquillamente non esserci, in quanto non strettamente indispensabili ed anzi in taluni frangenti del tutto superflui), ma che solitamente vengono accoppiati a serramenti ed infissi trasparenti per garantirci la possibilità da un lato di poter oscurare le vetrate quando necessario e dall’altro di poter chiudere, durante la notte o quando siamo fuori casa, in maniera un po’ più sicura la nostra abitazione, in modo tale non da scongiurare del tutto, ma quanto meno da scoraggiare l’ingresso dei ladri, rendendogli un’effrazione più lunga ed indubbiamente più difficile e laboriosa.

Tapparelle alluminioIn effetti se è vero che è importantissimo avere una buona illuminazione naturale all’interno di tutti i nostri locali d’abitazione, d’altro canto è altrettanto vero che può capitare di voler riposare durante giorno o di non voler essere infastiditi e risvegliati la mattina molto presto (in special modo durante la bella stagione) a causa dell’ingresso delle prime luci dell’alba, o ancora più semplicemente accade, nelle calde ed abbaglianti giornate estive, di voler limitare l’ingresso della luce e del calore. Per questo esistono diverse dispositivi oscuranti, con caratteristiche tipologiche differenti, alcuni adatti solo a certe ber determinate soluzioni edilizie (come gli scuri tipici delle costruzioni montane o le tende oscuranti impiegate nei sottotetti o per lo più negli alberghi) ed altri invece molto utilizzati un po’ in tutti i frangenti a partire dalle tapparelle o dalle più antiche, ma sempre di moda (anzi oggi molto rivalutate) persiane, fino ai brise soleil, ai frangisole o alle veneziane. In realtà indubbiamente i sistemi oscuranti hanno la loro utilità, specie se sono del tipo da consentire una regolazione dell’ingresso della radiazione luminosa, ma la loro presenza è anche un fattore culturale e d’abitudine. A tutti sarà capitato infatti di visitare altri paesi, come ad esempio l’Inghilterra o gli Stati Uniti d’America, dove questa tipologia di elementi non è assolutamente diffusa ed al massimo per impedire l’ingresso della luce all’interno degli ambienti abitativi vengono impiegate tende pesanti, che comunque non riescono mai ad oscurare totalmente i locali. Anche nel nostro paese d’altro canto c’è chi è abituato a chiudere tutto ogni qual volta esce di casa o va a dormire e chi invece lascia aperto fino a che non va a coricarsi e magari anche in quel caso chiude solo i sistemi oscuranti della stanza in cui dorme e può darsi anche non completamente; insomma ognuno gestisce questi sistemi come meglio ritiene opportuno e nella maniera più confacente alle proprie esigenze. Quel che è certo è che almeno durante la stagione fredda e durante la notte chiudere i sistemi oscuranti può limitare anche l’ingresso del freddo, così come può risparmiare i vostri vetri da fastidiosi schizzi ogni qual volta piove!

Se dunque, normalmente, riferendosi a sistemi di chiusura ed oscuranti si pensa a tapparelle, scuri, persiane o al limite a brise soleil e tende pesanti, non si può ignorare la seconda necessità che si ha parlando di serramenti ed infissi e che si affianca a quella di schermare o impedire l’ingresso della luce esterna, qualora lo si desideri ed ogni volta che se ne ha la necessità: ovvero quella connessa alla sicurezza ed alla tranquillità all’interno della nostra abitazione, perché chiaramente se qualcuno tentasse di entrarvi lo farebbe proprio attraverso queste “aperture”, che molte volte dal punto di vista delle sicurezza risultano essere il punto debole del complesso edilizio, o quanto meno il più facilmente penetrabile. Con tutto quello che ogni giorno si sente alla televisione e si legge sui quotidiani, rapine, furti ,omicidi, stupri, rapimenti e quant’altro, la necessità di sentirsi sicuri quanto meno all’interno della propria dimora è assolutamente una priorità e per far questo innanzitutto ci vuole una buona dose di attenzione e buon senso, ma poi, per essere ancor più sereni, si può ricorrere a sistemi antieffrazione di diverso tipo.

ZanzariereIl sistema più antico, ma comunque tutt’oggi piuttosto sicuro(forse più di tanti altri innovativi ed altamente tecnologici, poiché una volta posto in opera non necessita alcun accorgimento e funziona sempre!) è quello di ricorrere ad una barriera fisica assolutamente invalicabile, ovvero di installare delle inferriate o delle grate di ferro all’esterno dei nostri serramenti. Ve ne sono di molti tipi da quelle fisse, fino a quelle apribili, pieghevoli e ribaltabili, oppure addirittura a scomparsa, capaci quando non servono di “impacchettarsi” a lato del serramento; solitamente si tratta di sistemi particolarmente indicati per chi abita a piano terra o al primo piano, ma talvolta anche per chi risiede in sottotetto, se la gronda è praticabile; in poche parole in tutti quei casi in cui i serramenti risultano facilmente accessibili dalla strada o dall’esterno,senza necessità di dover fare particolari sforzi o acrobazie per raggiungerli ed in effetti vengono utilizzati per lo più in questi frangenti. Difficilmente violabili, sono però sistemi che esteticamente possono non risultare gradevoli o comunque, sebbene si addicano alla perfezione all’architettura e dunque nel complesso non appaiano neppure fuori luogo e visivamente deterioranti, possono però creare un certo senso di oppressione a chi vi abita all’interno e che guardando fuori dalla propria finestra scorgendo innanzitutto le grate può sentirsi un po’ chiuso in gabbia, quasi fosse in prigione. D’altro canto questa è una questione assolutamente soggettiva: c’è chi proprio non può tollerare l’idea di sentirsi chiuso dietro delle sbarre e chi invece, abituato magari a convivere fin da piccolo con sistemi di questo tipo non vi fa più neppure caso ed anzi si sente al sicuro e protetto. Comunque per venire incontro in commercio esistono tantissime tipologie di grate di sicurezza, tra cui un buon numero apribili, che dunque consentono quando siamo in casa e desideriamo non vederle, appunto non farlo, regalandoci tutta la libertà che vogliamo senza rinunciare alla sicurezza!

Ovviamente poi, oggi come oggi sempre più di frequente la sicurezza delle nostre abitazioni viene affidata a moderni e tecnologici impianti di sicurezza programmabili, che nel momento in cui qualcuno cerca di entrare compiendo un’effrazione fanno suonare un allarme ed al contempo allertano la più vicina stazione di polizia o il centro di vigilanza privata con cui sono convenzionati. Certo, in alcuni casi questi sistemi possono entrare in funzione erroneamente (a tutti sarà capitato di sentire suonare, magari ripetutamente, un allarme senza che vi fosse alcun pericolo in agguato!) e come tutti i prodotti di alta tecnologia possono sempre essere violati da esperti del settore, ma in linea generale oggi moltissimi vi si affidano, anche con la convinzione che comunque la presenza di un impianto d’allarme, magari abbinato ad un circuito di videocamere, scoraggi in partenza i malintenzionati.

Tende oscuranti

A volte poi ci sono ospiti indesiderati assai meno pericolosi dei ladri, ma comunque decisamente fastidiosi e poco graditi: ovviamente non ci stiamo riferendo alla suocera o all’insopportabile parente di turno, per i quali non esiste sistema di chiusura od oscurante che possa funzionare impedendogli l’accesso, ma agli insetti ed in special modo alle zanzare, che ogni anno puntualmente, con l’arrivo della bella stagione tornano a farci visita, irritandoci con il loro ronzio molesto e guastando le nostre serate ed ancor peggio i sonni, nostri e dei nostri bambini, causandoci fastidiose irritazioni cutanee dovute alle loro punture. Anche per rispondere a questo tipo di problema esistono delle barriere fisiche, ovvero le cosiddette zanzariere, semplici reti quasi impercettibili alla vista, che quando sono tirate impediscono l’ingresso degli insetti nella nostra casa; generalmente sono apribili e montate su un telaio che, oggi con i moderni sistemi di produzione, può essere tranquillamente applicato a qualunque tipologia di infisso, finestra o portafinestra, grande o piccola che sia e sia che abbia una forma regolare piuttosto che più particolare. Esistono diverse tipologie di zanzariere a seconda del tipo di serramento su cui vanno montate, del tipo di telaio e di rete per cui si desidera propendere e a seconda della modalità di apertura (a rullo, scorrevole, a pannelli, a plissè, a battente); ve ne sono anche di installabili fai da te, ma per essere davvero efficaci necessitano una buona dose di bravura nei lavori manuali, per questo solitamente si tratta di elementi realizzati su misura per ogni singolo infisso da ditte specializzate.

Dunque per i nostri infissi ed in particolar modo per quelli vetrati, i possibili sistemi di chiusura applicabili sono molti, dai classici sistemi oscuranti fino a quelli di sicurezza e alle zanzariere e la presenza dell’uno assolutamente non esclude l’altro, basta scegliere i prodotti!

Immagini: www..velux.it e www.mazzitelli.it

Sara Raggi

Ti è piaciuto l'articolo o hai dei suggerimenti da fare?

comments powered by Disqus